5 giorni straordinari e  tanti personaggi famosi. Questo è il primo commento su un’esperienza molto appagante.

Ho conosciuto personaggi del calibro del dott. Vittorio Sgarbi, Josè Dalì (il figlio del grande maestro Salvador Dalì), Roberto Villa (famoso fotografo italiano) e molti altri personaggi più variegati, quali Morgan, Katia Ricciarelli e altri ancora.

Le mie opere erano esposte quasi all’ingresso della fiera e facevano quasi da biglietto da visita dell’esposizione. Da quella posizione avrò visto passare un milione di persone, da semplici visitatori ad estimatori d’arte e tutti hanno avuto modo di vedere i miei lavori.

Ho anche avuto l’occasione di conoscere decine di artisti che, come me, erano venuti ad esporre ed erano carichi di entusiasmo per la manifestazione, la location e le personalità in visita.

La mostra raggruppava diverse tipologie di arti, da quelle pittoriche alla fotografia, alle sculture. Ognuna delle opere esposte, a suo modo, comunicava una sensazione diversa ed era particolarmente gradevole il potersi confrontare immediatamente con l’artista che l’aveva realizzata.

Ho anche avuto modo di conoscere un’artista sud-koreana, Mi Hyo Kim, una persona molto gradevole con cui ho avuto il piacere di intrattenermi a lungo in quanto abbiamo scoperto di avere molteplici aspetti delle nostre arti in comune.

Due parole anche per ringraziare l’organizzatore dell’evento, il sig. Salvo Nugnes, il quale, oltre ad avermi dato l’opportunità di esporre in una location così importante, si è anche dimostrato una persona molto cortese e disponibile.